5 SI e 5 NO per il look dei bambini

Primavera in moda: 5 SI e 5 NO per il look dei bambini

Primavera tempo di grandi dormite, grandi pulizie e grande shopping. Per noi mamme vale solo la terza impossibilitate come siamo a dormire per cause oggettive (non posso, pur volendo) e pulire per cause soggettive (non voglio, pur potendo).
Sul grande mega shopping, invece, ho un’esperienza almeno ventennale, derivante da lunghe sessioni fisiche (per negozi), virtuali (per eshop online) e oniriche (nei miei sogni).
E allora, care mamme, cosa far indossare ai nostri bimbi, maschi e femmine, in questi giorni primaverili?
SI assolutamente SI a:
La giacca antivento alternata al piumino light con o senza maniche. Un capo comodo per l’asilo, la scuola e il tempo libero ma che nella vita di una donna pre-figli viene assolutamente snobbato a favore del più classico trench.

giacche

Le slip-on, sia in versione maschile che femminile. Questo modello è un must have primaverile anche per noi mamme, sono comode, stanno bene a tutte e sostituiscono in modo originale le ormai noiosissime ballerine.

slip-on

(Pois e quadri e stelline per le slip-on Vans, righe e fiori per quelle Toms)

Le righe e i quadretti: classici rivisitati ogni anno per grandi e piccoli. Meglio se applicati in camicine leggere e pagliaccetti bon ton.

righe e quadri

(tshirt con donut Stella McCartney Kids, quadri e righe in nero e rosso, tutto Gap Kids)

Il denim. E qui è un NI. I jeans d’estate non sono il massimo della comodità per bambini soprattutto molto piccoli. Ma il denim si può declinare in mille varianti come gli shorts o le salopette, applicazioni su tshirt o cappelli anti-sole.

denim

(in senso orario Nice Things Mini, Gap Kids, Kiabi e Stella McCartney Kids)

Le stampe divertenti ed i capi irriverenti: la moda dovrebbe essere un gioco a tutte le età, figuriamoci per i più piccoli. E allora il mio consiglio è quello di osare nelle stampe e nelle fantasie!Coccodrilli, pesci tropicali, pulcini, delfini, sirene: partendo da un abito potrete costruire una bellissima storia tutti insieme.

stampe 1

(tutina Gap Kids e tshirt American Outfitters)

stampe 2

(costume e abito con uccellini Gap Kids, leggings e gonna Mini Rodini)
NO assolutamente NO:
– Alle gonne lunghe anche per le bimbe. Dico “anche” perché invece noi mamme dovremo e potremo abusarne. Ma i bimbi devono essere liberi di giocare prima della moda e di ciò che si usa durante una stagione.
Il top: l’anno scorso si chiamava Crop Top, quest’anno è stato ribattezzato Bardot Top e lascia spalle e pancia di fuori. Lasciamo che le bimbe siano bimbe, almeno per un po’. E in effetti lasciamo che le mamme siano mamme, da brava bacchettona dico no a troppi centimetri scoperti ed a trasparenze eccessive.
– I pantaloni pinocchietto per i maschi (e per le femmine ma mi sembra superfluo specificarlo, giusto?). Sono maschi non pescatori (con tutto il rispetto per la categoria). Voi apprezzate un uomo con il calzino bianco? Ricordatevi che si tratta di ex bambini con pantaloni pinocchietto.
– I sandali per bimbi over 3 anni. Mi rendo conto che il piedino dei più piccoli debba stare fresco ed asciutto ma i mostro-sandali sono uno spettacolo che posso appunto sopportare fino al raggiungimento dell’età pre-scolare. Ai 3 anni via a soluzioni alternative come delle slip-on in tessuto traspirante.
– Il military style: sarà che il verde militare non mi dona affatto rendendomi un misto tra Barbamamma e un carciofo ma non lo apprezzo a maggior ragione nel look dei bambini.

Un ultimo consiglio furbissimo? Uno dei must have della Primavera-Estate 2015 saranno gli abiti “non finiti” con cuciture in vista e fili che penzolano. Lo strappo diventa un’arte e i nostri bambini in questo sono dei veri artisti contemporanei, lasciamoli fare senza inorridire!

Condividi su: Facebook Whatsapp Twitter