Lupo & Lupetto

Lupo vive tutto solo sotto il suo alberello. Ma un giorno Lupetto arriva e si piazza da lui. Quell’imprudente non solo osa intrufolarsi per dormire, ma resta lì anche il giorno successivo, per la seduta quotidiana di ginnastica di Lupo. Il nostro Lupo però, per niente rancoroso, gli offre perfino qualche frutto per la colazione; e dopo pranzo parte per l’abituale passeggiatina, ma al suo ritorno – che stupore! – il nuovo amichetto non c’è più. Che strano sentimento quello che prova Lupo… in fondo in compagnia si stava meglio! E dove sarà finito il piccolo Lupetto?

Lupo & Lupetto è una bellissima storia di amicizia, di affetto e di condivisione. Con il suo scorrere lento e silenzioso è un insieme di emozioni che pian piano sbocciano anche nel cuore del lettore.

C’è un grande lupo che vive da solo in cima ad una montagna, sotto un albero, da solo compie la sua routine quotidiana: si sveglia, si sgranchisce, mangia, passeggia e a sera si addormenta.

Un giorno arriva un piccolo lupetto a sconvolgere Lupo. Arriva e si insinua nella quotidianità, non stravolge le sue abitudini ma le compie passo passo con lui, senza chiedere, lui c’è e basta. Inizialmente Lupo si mostra un po’ turbato, d’altronde per chi è abituato a stare sempre da solo.

Ma quando Lupetto si allontanerà, a Lupo verrà il collo lungo a cercare di avvistare quel puntino azzurro al di là della collina. La “scomparsa” di Lupetto getta il lupo solitario nella tristezza e nel vuoto interiore. Spera in un ritorno e coltiva l’attesa. Fino a quando Lupetto non farà ritorno, perché l’amore, l’affetto quando è vero e sincero torna sempre.

Le illustrazioni sono semplici e molto delicate, come quei silenzi, gli sguardi nascosti, i gesti calmi che prendono vita attraverso i due protagonisti. I sentimenti e le espressioni dei due lupi diventano tangibili.

Titolo del libro: Lupo & Lupetto

Autore: Nadine Brun-Cosme

Illustratore: Olivier Tallec

Editore: Edizioni Clichy

Target: dai 5 anni

Ci piace perché: è un bellissimo albo che tratta i temi dell’amicizia, della condivisione e dell’accoglienza.

Lo consigliamo perché: ci insegna ad accogliere e prendersi cura di qualcosa che inizialmente è vista come un’intrusione ma poi si rivela un’essenziale presenza.

La frase che ci ha colpito : “Lupetto risalì la collina, poi si sedette sotto l’albero.
“Dov’eri?” chiese Lupo.
“Laggiù in fondo” rispose Lupetto tranquillamente.
“Senza di te” disse Lupo con una flebile vocina “io mi annoio”.

Condividi su: Facebook Whatsapp Twitter