Ottobre. Figli e tabù

Si immagina spesso, generalmente ancora da non-genitori, di avere un rapporto sempre schietto e sincero su tutto con i figli… poi arriva la prova su strada e, ovviamente, tutto cambia.
Un po’ perché i figli che abbiamo in genere sono ben diversi, e per fortuna!, dall’idea che ci eravamo fatti di loro e un po’ anche perché, nel passaggio dalla teoria alla pratica, scopriamo di essere diversi anche noi dall’idea dei genitori che pensavamo di essere.
Con il tempo, più o meno ogni genitore incappa nella stessa domanda: dove devo fermarmi, nl parlare di un argomento?
Esiste un limite “giusto” tra l’essere approssimativi (e venire percepiti evasivi) e l’essere troppo sinceri (e rischiare di dare informazioni non richieste e quindi fuorvianti)?
Proprio questo aspetto della comunicazione genitori-figli ci interessa approfondire questo mese e, provocatoriamente, abbiamo scelto di racchiuderlo sotto il tema figli e tabù.

Quando si pensa ad un tabù, in genere il primo argomento che ci viene in mente è il sesso, quantomeno per pudore personale. Avendo già affrontato questo aspetto della questione, ci concentreremo invece su altre sfaccettature: il sentimento, il lutto, i rapporti personali in generetutto ciò che attiene a sfere personali e a volte dolorose o complicate (pensate alla domanda: mamma, cosa succede quando si muore?) e su cui i figli, a volte con una inaspettata caparbietà, prima o poi chiedono in qualche modo riscontro.

Di fronte a domande personali, che reazione poniamo in atto? E, al di là della complessità della questione in sé, è giusto far entrare i figli in certi ambiti o ci sono cose su cui è bene che rimangano a margine? E il margine, qual è?

Ovviamente, non esistono risposte univoche: ogni genitore e ogni situazione sono a sé… proprio per questo sarà interessante confrontarci su questo argomento, cercando di trarre spunti e occasioni di riflessione, con i nostri collaboratori e, come sempre, aspettiamo anche i vostri contributi! (potete inviarci le vostre esperienze e riflessioni via mail, commento o social!)

Non temete però: non ci limiteremo ai nostri consueti momenti di riflessione, ma vi faremo compagnia anche con suggerimenti, consigli, racconti e buonissime ricette… questo mese porteremo in tavola un ingrediente coloratissimo e versatile, immaginate quale?

Inoltre qualcosa di nuovo bolle in pentola: seguiteci sui nostri canali, perché verso fine mese ci saranno dei cambiamenti importanti e qualche sorpresa speciale sui social… vi aspettiamo!

Condividi su: Facebook Whatsapp Twitter