Il ruolo del papà tra timori e possibilità

Quando si forma una famiglia il ruolo del papà è molto importante, sia come sostegno che come accettazione del cambiamento

Nella vita i ruoli si danno e si prendono

Non ricordo quale collega mi abbia per la prima volta detto questa frase e neppure se sia la citazione di un autore noto. La riporto qui però perché ho potuto negli anni valutare personalmente e professionalmente quanto sia vera.

Sta a significare che un ruolo, soprattutto all’interno della famiglia, viene attribuito dagli altri, ma anche dev’essere accettato dal soggetto che lo vive per essere realmente esistente.

Un papà potrà esserlo a pieno se assume su di sé questo ruolo, vivendo momento per momento la nascita del legame col figlio/a che arriva nella sua vita e se, contemporaneamente, gli viene attribuito questo ruolo che comprende il riconoscimento delle responsabilità, dello spazio, del tempo e della competenza di esserlo.

Durante la gravidanza

Entrambi i genitori, forse le mamme in maniera più accentuata, vivono le gioie e le ansie di questa fase così delicata e trasformativa della vita. Riuscire a confidarsi, sostenersi nelle paure, condividere la felicità dell’attesa, aiuta la coppia a diventare più forte in questo momento di crescita famigliare.

Importante anche parlare di cosa ci si aspetta, di come si pensa di vivere le giornate dopo la nascita. Quanto più il momento si avvicina, capire come organizzarsi anche nel concreto, aiuta ad avere meno ansia e a sentirsi più pronti. Sarà utile che anche il papà viva il suo periodo di paternità, anche se non sempre questo risulta possibile, però aiuta tantissimo, laddove si può o comunque ridurre il più possibile gli impegni esterni per dedicarsi al massimo a questa nuova fase della vita che il figlio/a che arriva inaugura.

Dopo la nascita

È molto importante, tornando alla frase iniziale, che la mamma lasci spazio al papà, che il papà prenda questo spazio. Cullare il bambino, prendersene cura cambiando il pannolino, o facendogli fare il ruttino o portandolo a fare una passeggiata, sono momenti importanti che permettono di creare a poco a poco un legame che durerà tutta la vita.

A volte capita che alcune mamme non riescano ad accettare che qualcuno prenda il bambino. Questo aspetto di iper-protezione nasconde insicurezza, in tal senso la figura del papà diventa molto importante: riuscire a sostenere la mamma e farla sentire meno insicura e più competente possibile contribuirà al miglior benessere famigliare. Più la mamma si sentirà sicura, meno sarà gelosa del piccolo/a.

Nel post parto un aiuto concreto per tutte le incombenze pratiche e un sostegno psicologico sono importantissimi per la mamma.

Se la mamma riesce in più breve tempo a guadagnare sicurezza col piccolo, mentre il papà si dimostra meno sicuro nell’approcciare al neonato, sarà importante che la mamma sostenga il papà nel ritagliarsi dei momenti col figlio/a fino a guadagnare maggiore sicurezza.

La vita di coppia

Quando si diventa papà e mamma si vive una grande trasformazione anche nella coppia. L’arrivo del piccolo modifica tutte le abitudini precedenti e si può impiegare del tempo a ritrovare il proprio equilibrio.

Per questo, dopo la nascita è importante laddove possibile prendersi del tempo da tutti gli altri impegni, in tal modo saranno presenti maggiori energie per far fronte alla nuova vita e alla sua gestione.

Una coppia sana riesce a costruire un nuovo equilibrio grazie al dialogo, al confronto, al sapersi prendere cura l’uno dell’altro, scambiandosi compiti, sostenendosi e rinforzandosi a vicenda. Sentendosi un “noi” che affronta insieme questo importante step evolutivo familiare.

Condividi su: Facebook Whatsapp Twitter