Crescita: la nostra parola dell’anno

Eccomi qui, come ogni 14 gennaio, a mettere nero su bianco un pezzo della nostra storia.
Sei anni fa, iniziava questa avventura.
Quanto tutto sia cambiato, in questi sei anni, è difficile spiegarlo.
In questi sei anni molte di noi sono approdate nella fase degli –anta, alcune hanno avuto altri figli, alcune ancora si sono rimesse in gioco cambiando lavoro, qualcuna si è separata.
Abbiamo affrontato nascite, lutti, malattie, successi, delusioni, crisi.

Siamo diventate tutte più adulte, più mature, più disincantate rispetto a questo mondo virtuale che ci ospita e ci dà voce quotidianamente attraverso foto, parole, condivisioni.
Ci siamo chieste spesso i margini di questo mondo e se avessimo ancora qualcosa di significativo da dare. Se siamo ancora qui, è evidente che pensiamo di sì.

Ci pensavo proprio in questi giorni, immaginando una parola dell’anno per noi, per questo progetto. E una, una sola, mi si è accesa davanti: crescita.

Crescita, come quella dei nostri figli.

Quando iniziava questa avventura i nostri figli erano piccoli, alcuni caracollavano ancora col baricentro spostato dal pannolino; alcuni andavano alla materna mentre altri erano al nido, nessuno era alle elementari; avevano ancora tutti la voce da cartone animato.
Oggi quegli stessi bambini frequentano le elementari, i più grandi tra loro addirittura le medie; i maschi hanno spalle più larghe, nelle femmine stanno sbocciando le donne che saranno tra non molti anni. Esprimono opinioni, sperimentano autonomie. Sono piccole persone che stanno acquisendo coscienza di sé.
E per raccontarli servono parole nuove, ovviamente.

la crescita delle instamamme

Crescita. La nostra, come mamme…

Il confrontarci con figli con esigenze in continuo mutamento e ogni giorno più “adulte”, ci ha cambiato. Da una parte lo stupore, dall’altro il necessario adattamento quotidiano, gli interrogativi diversi. Una genitorialità che inizia ad avere il contraddittorio ragionato con figli che sentono la necessità di affermarsi e discostarsi da noi, di fare da soli.
È un cambiamento sostanziale, anche nell’immagine di mamme che ci eravamo costruite addosso.  E che improvvisamente ci accorgiamo che ci va stretta, o larga, o semplicemente non calza più bene.
Non siamo più le mamme di sei anni fa, alle prese, o con una memoria piuttosto recente, di allattamento, pannolini, seggioloni. Oggi gli interrogativi e i problemi sono altri, decisamente.

la crescita delle instamamme

… e come donne.

Sarà l’età, saranno gli stimoli dati dai nostri figli, ma posso dire senza peccare di presunzione che oggi siamo donne più interessanti. La maternità ci ha dato miliardi di stimoli, e altrettanti ancora ce ne darà, per scoprirci meglio, per riflettere, per evolverci e diventare più mature.
Quelle di noi con figli più grandi, hanno ripreso un certo controllo sulla loro vita, sulle loro attività, sulla loro femminilità e anche quelle con i (secondi) figli più picc

oli si stanno proiettando in quella direzione. Abbiamo una femminilità più consapevole, più margini per viverla quotidianamente con serenità. Abbiamo imparato a gestire la quotidianità ritagliandoci qualche momento che esuli dalla categoria “sono la mamma di”. E tutto questo con naturalezza, senza rivalsa né auto-imposizione: una genitorialità più matura che lascia più spazio mentale (perché quello temporale, a volte è perfino diminuito) a noi stesse, all’ascoltarci e al viverci a prescindere.

E, in tutto questo, Instamamme?

Instamamme è nato da noi, è cresciuto insieme ai nostri figli: è un po’ il terzo figlio (o il secondo) di ognuna di noi. È cambiato negli anni, si è modificato ed evoluto.
Ed è per questo che la sua parola chiave di questo anno sarà proprio crescita.
In Instamamme inizieremo dunque a confrontarci in maniera più organica con temi più legati all’età diversa dei nostri figli, con interrogativi più proiettati verso la preadolescenza, la scolarizzazione, la socialità e la società.
Un upgrade naturale e in qualche modo necessario, senza ovviamente tralasciare approfondimenti legati al mondo dell’infanzia, da cui proveniamo e che abbiamo vissuto intensamente fino a poco tempo fa. Ma oggi siamo anche altro, ed è giusto raccontalo.
Del resto, questo progetto, questo sito, proprio oggi compie 6 anni e, un po’ simbolicamente, si avvicina inesorabilmente ad una nuova fase. Come alcuni dei nostri bimbi del resto, nati proprio nel 2013, che si apprestano ad entrare nel mondo della scuola primaria.
Ci aspettano dunque nuovi banchi di prova, speriamo di affrontarli, come sempre da sei anni a questa parte, insieme a voi!

Condividi su: Facebook Whatsapp Twitter