Le Artigiane di Luglio: @cucistorie

L’artigianato è in fondo la capacità di vedere qualcosa dove gli altri vedono solo un materiale e di trasformare quel materiale in qualcosa che gli altri possano apprezzare e capire. Proprio questo ci spinge, mese dopo mese a presentarvi artigiani che stimiamo!
Questo mese vi presentiamo Cecilia, Lara e Lisa, menti, cuori e mani delle @cucistorie, come sicuramente le conoscete su Instagram, vere e proprie artiste della stoffa! Conosciamole meglio attraverso la nostra intervista!

cucistorie

Come vi siete conosciute, e come è nata l’idea delle “Cucistorie”?

Siamo amiche dai tempi della scuola, dopo le superiori ognuna ha preso la sua strada: chi se ne è andata a Torino a fare psicologia e tre figli, chi ha fatto qualche esperienza in marketing e comunicazione online, chi si è dedicata ai bambini, come babysitter ed educatrice. Se ci pensi adesso, gli elementi c’erano già tutti.
Ci siamo ritrovate tutte e tre con la voglia di imparare ad usare la macchina da cucire e ci siamo iscritte ad un corso per realizzare un tubino, con risultati disastrosi. Però non ci siamo più lasciate.
Ogni settimana abbiamo continuato a vederci per cucire, chiacchierare, scegliere stoffe e divorare tutorial di crafter americane. Abbiamo intuito che quello che più ci piaceva – la macchina da cucire, i libri illustrati per bambini, le stoffe dalle fantasie colorate – poteva piacere anche agli altri e che ci avrebbe distinto. E da allora raccontiamo favole su stoffa.

cucistorie

La passione per raccontare e raccontarvi attraverso la stoffa e il cucito è stata una sorta di percorso personale precedente al vostro incontro oppure è si è sviluppata in seguito attraverso un percorso comune? Avete anche altri hobby creativi, comuni o individuali?

È stato un percorso di condivisione e collaborazione continuo che dura ancora oggi. Non credo che nessuna di noi sarebbe quella che è oggi senza le altre due. Il gruppo ha organizzato in un percorso le capacità, la creatività e la passione che ognuna aveva singolarmente.
Cecilia da sempre si diverte a creare bigiotteria e fa torte belle e buone. Lara adora la carta: ormai planner addicted, da un po’ divora i coloring books da adulti. Lisa si è buttata a capofitto nel progetto di ristrutturazione e arredamento di una casa che sappiamo renderà perfetta.

cucistorie

Con le vostre creazioni portate grandi e piccini nel mondo della fantasia, ma quanto di voi mettete in ognuna di esse?
Non so quanto si percepisca al di fuori, ma io riesco a capire dalle creazioni delle altre se qualcosa non va.
Anche se lavoriamo sugli stessi modelli e disegni, ognuna quando si mette al lavoro ha il suo stile specifico, i propri dettagli distinguibili ed il proprio umore.
Se Cappuccetto esce un po’ strabica o Raperonzolo ha la treccia sciolta, un motivo c’è – e ci piace sia così.

 cucistorie

Una delle cose che più mi ha colpito delle vostre creazioni è la scelta delle stoffe, meravigliose. Per le vostre realizzazioni partite da queste o dalla scelta del soggetto?

Quando siamo al lavoro sono i protagonisti delle favole a suggerirci l’atmosfera ed i giusti abbinamenti. Nella produzione di ordini personalizzati teniamo conto delle preferenze della cliente e talvolta arriviamo a soluzioni sorprendenti anche per noi.

Ma uno degli aspetti più emozionanti del nostro lavoro è la ricerca delle stoffe: guarda qui una meravigliosa foresta! E con questa la sirenetta avrà dei boccoli da paura!

cucistorie

Molte delle vostre creazioni sono dedicate ai bambini: il fatto che che cose create dalla vostra fantasia e dalle vostre mani accompagnino la crescita dei vostri piccoli clienti, entrando nei loro primi ricordi, oltre a rendervi comprensibilmente contente, vi fa sentire anche una sorta di responsabilità?

Siamo su tanti portoni ad annunciare la n

ascita, siamo sul seggiolone della prima pappa, e nella foto del primo giorno di scuola. Sono momenti unici e noi ci mettiamo qualcosa di speciale, pensato e curato nel dettaglio.

Si dice che è necessario educare a riconoscere il bello e noi ci proviamo, stimolando l’immaginazione e la capacità di essere unici.

Pensiamo di conquistare soprattutto le mamme, così ogni volta che riceviamo foto dei loro piccolini che utilizzano orgogliosi una nostra creazione è un tuffo al cuore.

 

cucistorie

 

In genere vi dividete i compiti o ognuna di voi porta avanti un progetto tout court in maniera autonoma?

Lavoriamo separatamente e ci riuniamo per l’organizzazione. Abbiamo imparato che assecondare le nostre tendenze personali è un valore aggiunto ed abbiamo trovato un equilibrio.
Parliamo insieme dei nuovi progetti e poi li assegnano ad una che li sviluppa con prove e scelte in autonomia. Rivalutiamo il risultato insieme alla fine e siamo aperte a darci consigli e pareri. È un percorso delicato, in equilibrio tra giudizi e gentilezza, ma per il momento funziona.

 cucistorie

Non si può non notare che in questo momento ci sia un ritorno al valore dell’unicità e del fatto a mano, ne è la prova il fiorire di iniziative e mercatini in tal senso lungo tutto lo stivale.
Questa cosa da una parte offre maggiori possibilità agli artigiani, mentre dall’altra fa sì che molti si improvvisino tali, con conseguente abbassamento della qualità dell’offerta.
Voi che ne pensate: questo alla lunga farà risaltare di più chi offre prodotti migliori o farà perdere fiducia negli acquirenti, disorientati da tanta offerta e improvvisazione?

 

Il fermento intorno al mondo dell’artigianato è sicuramente positivo. Ne siamo frutto noi stesse. Crediamo che tutti abbiano diritto ad una possibilità e che sul lungo periodo chi merita viene premiato dal mercato.

Piuttosto crediamo che in questa epoca sia necessario dare all’artigianato una definizione nuova, in cui riconoscerci con professionalità e intenzione e in cui essere compresi e valutati dai potenziali clienti – voglio dire: oggi noi artigiani abbiamo bisogno di competenze ulteriori rispetto a mio nonno falegname. Dobbiamo stare online e saperci stare. Dobbiamo creare un brand e un racconto credibile. Dobbiamo saperci confrontare con una clientela e una concorrenza potenzialmente internazionale. Ma lavoriamo spesso in casa. Abbiamo cominciato come hobby e spesso siamo autodidatte.

Non siamo artigiane nell’accezione di mio nonno, ma non siamo solo persone a cui piace farsi le cosine da sole. Sappiamo cosa non siamo. Quel che manca è definire cosa siamo.

 cucistorie

Instagram, il nostro social di elezione, nato come occasione di condivisione attraverso la fotografia, si è trasformato negli anni, diventando, anche, una vetrina pubblicitaria per aziende, piccole realtà commerciali e artigiani. Voi che rapporto avete con questo social: è più un divertimento o uno strumento di lavoro?

È sicuramente uno strumento di lavoro ed ammettiamo che ci è voluto un po’ prima di comprendere davvero lo strumento e che c’è ancora un buon margine di miglioramento.

Ci siamo accorte di raggiungere un pubblico diverso tramite IG, lo scrutiamo e cerchiamo di capire cosa gli piace e a quali racconti si appassiona.

Ci sembra un social più diretto e che va dritto al sodo: o ti colpisco e mi inondi di cuoricini o scorri con il dito e addio. In questo senso pensiamo che uno dei nostri punti di forza sia il colore.

 cucistorie

Ecco infine la domanda classica cui nessuno sfugge: la rete offre grande opportunità in termini di visibilità, spunti, possibilità di confrontarsi… per contro, però, espone chiunque alla possibilità del plagio della propria idea, creazione, racconto, fotografia. Voi che ne pensate: è il necessario scotto da pagare per avere una vetrina così vasta o un fenomeno da combattere ad ogni costo?

Internet è un’opportunità enorme e la bilancia secondo noi pende dalla parte dei vantaggi.
La questione è spinosa: tutti hanno a disposizione un’infinità di immagini, di parole e di idee e tutti ne traggono ispirazione in modo più o meno consapevole.
Tutelarsi non è facile. Noi lo facciamo costruendo ogni giorno uno stile più consapevole e riconoscibile: a chi ci segue raccontiamo le nostre storie nel dettaglio e questo fa la differenza.

cucistorie

Saranno proprio le cucistorie a farci compagnia per la weekly di questa settimana, il cui tema sarà tutti i colori dell’estate!
Portateci in un caleidoscopico mondo di colori estivi, tra sole, mare, gioco e divertimento!

L’hashtag dedicato sarà #im_cucistorie: aspettiamo le vostre foto!
Domenica una giuria composta da @petitmati_instamamme, @mamymamy83_instamamme e @dexterina_instamamme sceglierà tra tutte le foto taggate #instamamme e #im_cucistorie  la foto che meglio avrà saputo interpretare concettualmente e qualitativamente il tema proposto, al cui autore andrà una creazione realizzata ad hoc dalle cucistorie.
Cosa aspettate? Andate a leggere i dettagli sul nostro profilo instagram @instamamme!

Potete trovare Cecilia, Lara e Lisa, con le loro meravigliose creazioni qui:

 

Instagram: @cucistorie

Sito

FB

Etsy

Condividi su: Facebook Whatsapp Twitter