Post offerto da Huggies.

Ecco lì, siete diventati genitori.

Occhi a cuore e commozione a fiumi, vi consegneranno il roseo Batuffolo e già da subito vi toccherà entrare in confidenza con un oggetto che diventerà parte della vostra vita almeno per i successivi tre anni: il pannolino!

Voi sarete così impazienti di darvi da fare col fasciatoio da scordare tutti i lati spiacevoli che l’operazione del cambio comporta. Beh, almeno finchè non arriva il primo meconio.

Salviette, acqua, ossido di zinco, solleverete con delicatezza il bebè, trattandolo come fosse di cristallo… le prime volte questa operazione richiederà almeno mezz’ora ma con gli anni sarete in grado di cambiare un bambino in tre minuti, bendate e con una mano dietro alla schiena, rigirandolo in aria tipo omelette.

Ma neppure l’esperienza e la pratica potranno salvarvi dalle Leggi di Murphy che, si sa, regolano il Cosmo e il microcosmo del fasciatoio:

  • “La Legge dell’imperscrutabilità del Bisogno” detta anche “legge della Lettiera del gatto”. Non importa quanto abbiate aspettato a cambiare il pannolino a vostro figlio, la Cacca Santa verrà fatta nei cinque minuti successivi dopo aver effettuato il cambio. Non c’è modo di sfuggire a questa legge.
  • Corollario della Legge dell’imperscrutabilità del bisogno: più sarete in ritardo, più aumentano le possibilità che chiudendo la porta di casa vi accorgiate che il pannolino del poppante sia da cambiare con urgenza.
  • “Legge dell’Abre Magique”: l’odore della produzione del bebè è inversamente proporzionale alle dimensioni del luogo in cui siete chiusi. Ne so qualcosa io che sono rimasta chiusa in ascensore di domenica con Lorenzo quando aveva 18 mesi.
  • Postilla. Se sarete in un luogo particolarmente esclusivo e chic questa legge non si applica, perché la puzza sarà tremenda in ogni caso, a prescindere dagli spazi.
  • “Postulato della salvietta”: le salviette viaggiano almeno a gruppi di cinque. E’ matematicamente impossibile riuscire ad estrarne solo una per volta. Se siete particolarmente di fretta, potrà capitare di svuotare un intero pacchetto nel tentativo di estrarne velocemente una.
  • “Legge del Body imperfetto”. I pussoir dei Body, che ricordiamo essere tre, non si abbottonano mai giusti al primo tentativo.
  • “Legge del Rotavirus”. L’influenza intestinale arriva sempre di venerdì sera e quando avete solo più due pannolini in casa.

 

Per fortuna, in soccorso alle mamme e ai papà alle prese con le quotidiane sfide sul fasciatoio arriva la nuova linea di pannolini della Huggies.

Huggies Bebè è il nuovo tipo di pannolino dedicato ai primi mesi di vita dei bambini.

Huggies Bebè ha una speciale barriera cattura pupù sul retro, che aiuta a evitare le spiacevoli perdite anche quando il bimbo è sdraiato (tradotto: mai più body macchiati a metà schiena, praticamente un sogno), è di uno speciale materiale traforato che assorbe velocemente ed è anatomico quindi si adatta perfettamente al corpo del neonato. Inoltre, è dotato di un indicatore di pipì, che permette di capire velocemente se è ora di cambiare il pannolino (si tratta di due striscette sul davanti, che cambiano colore quando è ora del cambio) .

Passati i primi mesi, ecco gli Huggies Bimbo e Bimba, utilizzabili dai tre mesi in poi (ovvero quando i vostri deliziosi bambini, sempre più sgambettanti, inizieranno a rendervi l’impresa del cambio una specialità olimpica)

Questi speciali pannolini rispettano le differenze anatomiche dei bimbi e delle bimbe, concentrando le zone di assorbenza in avanti per i maschietti, al centro per le bimbe. Care mamme di maschi, so che state facendo la Ola: niente più perdite idriche dovute a pisellini indisciplinati (che il posizionamento del pisellino è uno dei drammi delle mamme di maschietti, si sappia).

Finalmente un pannolino intelligente che assorbe la pipì esattamente dove ce n’è bisogno. Dalle prime sgambettate ai primi gattonamenti, dai primi passi ai primi balletti, i pannolini Huggies Bimbo e Bimba seguiranno i vostri campioni e le vostre principesse in tutti i loro movimenti e in ogni fase dei loro giochi. Inoltre sono allegri e colorati, con i personaggi più amati dai bimbi raffigurati, tutti da mostrare anche sotto i vestiti. Sarà divertente al momento del cambio inventare storie sui personaggi che sono sul pannolino, magari riuscendo a tenere ferma qualche minuto quella dolce e piccola anguilla che state cercando  di cambiare.

I vostri bimbi potranno trovare negli Huggies Bimbo e Bimba dei compagni di giochi, con cui crescere asciutti e in piena libertà di movimento.

E voi genitori potrete sfidare Murphy e le sue leggi senza paura.

huggies