Come parlare perché i ragazzi ti ascoltino & Come ascoltare perché ti parlino

Con ragazzi e adolescenti la comunicazione, si sa, è ancora più difficile. Ma questo manuale, con il suo stile affabile e il taglio pratico, arricchito da vignette e testimonianze, mostra come comportarsi anche durante la cosiddetta “età ingrata”, tanto più complessa nel mondo digitalizzato e perennemente connesso in cui vivono i nostri figli.

Molte delle mie amiche stanno vivendo l’adolescenza dei propri figli, altre essendoci molto vicine sono letteralmente terrorizzate.
Cosa ci spaventa di più nell’adolescenza dei nostri figli? L’esserci già passati o la non comunicazione?

Il dialogo con figli adolescenti, la comunicazione, può risolvere tante cose. Con ragazzi e adolescenti la comunicazione, si sa, è ancora più difficile. Ammetto di non essere una fan dei manuali per genitori ma questo l’ho letto e sfogliato con interesse. Molte volte mi sono ritrovata a dire che lo sapevo già, ma poi alla fine della lettura mi sono detta: “perché non metti in pratica?”.

Del titolo ho trovato molto interessante la formula “Come ascoltare perché ti parlino”, sono convinta che i ragazzi ascoltino sempre anche se non sempre mettono in pratica. Se devo pensare a me adolescente beh la vera difficoltà era proprio parlare e sentirsi ascoltata.

La prima parte del manuale è dedicato ad un aspetto fondamentale dell’ascolto: entrare in empatia. Ascoltare tenendo da parte la tentazione di giudicare, consigliare. Non è facile, non è affatto facile.

Ascoltare ed empatizzare, significa riconoscere le emozioni dei nostri ragazzi e insegnare loro a fidarsi delle proprie emozioni. Sono del parere che questo manuale non deve insegnarci nulla che già non sappiamo ma è utilissimo a tirare fuori queste nostre conoscenze, il giusto atteggiamento nel bel mezzo di un capriccio.

Dobbiamo riconoscere i sentimenti e insegnare ai ragazzi a viverli senza sentirsi sopraffatti, non dobbiamo dare ordini, minacciare, rimproverare ma spiegare, trovare vie alternative alle punizioni.

L’ideale sarebbe trovare sempre insieme una soluzione, a volte ci fanno arrabbiare e credetemi, a volte li facciamo arrabbiare. Questo manuale ha sicuramente cambiato il mio punto di vista, proverò a farmi ascoltare nel modo giusto e soprattutto ad ascoltare.

Mi prendo la responsabilità di consigliarvelo e vi chiedo di “adattarlo” alla vostra vita, ai vostri ragazzi.

Condividi su: Facebook Whatsapp Twitter