Il ruolo degli animali nella vita degli uomini acquista sempre più maggiore rilievo e molto spesso ci si chiede quale sia davvero la lezione da imparare…

solidarietà
Voglio raccontarvi di Dinozzo, una volpe di appena tre settimane, trovata nella sua tana, dopo che la madre era stata uccisa investita da un’automobile.
Soccorsa e portata da un veterinario per le prime cure, viene subito adottata dal gatto Leopold e da un Collie di nome Ziva.
Non è stato necessario aspettare molto… che Dinozzo ha subito identificato Ziva come la sua nuova mamma!
Quella che potrebbe assomigliare a solidarietà, ovvero a quel rapporto di aiuto reciproco e gratuito tra membri di una stessa comunità,in realtà gli animali non la conoscono; insomma la frase che “nessuno fa niente per niente”potrebbe essere ben associata ai nostri amici animali.
Tuttavia gesti come quello di Ziva nei confronti di Dinozzo,ci lasciano confusi e mettono in dubbio questa affermazione.
Pensiamo a tutte quelle volte che abbiamo visto il nostro cane allattare i cuccioli di gatto,o il gatto di famiglia prendersi cura di un nuovo cucciolo di cane…
E’difficile poter dare una risposta che abbia delle fondamenta scientifiche; fatto sta che secondo studi scientifici e’ escluso che gli animali possano avere dei rapporti di solidarietà ed aiuto reciproco gratuito, senza che gli stessi ne ricavino benefici corrisposti.Qualcuno parla di commensalismo, ovvero una specie approfitta dell’altra,senza che quest’ultimo ne ricavi danni o benefici.
Ma sarà davvero così?
A me piace pensare che gli animali siano dotati di un cuore e di sentimento; altrimenti, non ci spigheremmo i gesti d’amore di cui molti di essi sono capaci.

solidarietà