Sotto il pavimento

Sotto il pavimento di una vecchia villa vivono gli Sgraffignoli, esseri non più alti di un mignolo che passano la loro vita “sgraffignolando” o, come dicono loro, “prendendo in prestito” gli oggetti e il cibo necessari all’esistenza quotidiana. Un tappo di champagne per loro è uno sgabello, un francobollo un quadro d’autore e un pezzo degli scacchi una statua a grandezza naturale. Non sono banali folletti, ma piccolissimi uomini e piccolissime donne terribilmente veri: un padre, una madre e una figlia adolescente, Arietta, smaniosa di uscire dal soffocante appartamento costruito sotto il pavimento. Quando però Arietta viene vista da un bambino in vacanza alla villa, si scatena il panico in tutta la famiglia: perché per gli Sgraffignoli essere visti significa la fine.

Sono molto affezionata al libro che vi sto per consigliare. Ho conosciuto la storia di questa piccola famiglia di “Sgraffìgnoli”, durante la mia assidua frequentazione dei film di Miyazaki. 
Sotto il pavimento è il romanzo dal quale è stato tratto fedelmente il film d’animazione Arrietty.

Il romanzo racconta le vicende di una famiglia di piccole dimensioni (poco più grandi di un mignolo) che abita gli spazi e gli interstizi di una casa di campagna e vive “prendendo in prestito” gli oggetti dagli umani.

Gli Sgraffìgnoli non possono avere contatti con gli uomini ma possono prendere quegli oggetti dimenticati, quelli giudicati inutili o passati di moda. Collezionano: rocchetti di cotone, spille da balia, zollette di zucchero, ciuffi di saggina…
La loro dimora è molto singolare, curata nei minimi dettagli e piena zeppa di oggetti. La famiglia è composta da mamma, papà e Arietta, una ragazzina di 14 anni che ha l’esuberanza tipica dell’adolescenza e la voglia di autonomia, di scoprire il mondo.

Durante un momento di caccia notturna, quando accompagna per la prima volta il papà a “rubacchiare”, Arietta viene in contatto con un bambino, da quel momento le loro storie si intrecceranno. Spinta dalla curiosità e dalla voglia di agire da sola, senza il controllo dei genitori violerà i divieti imposti dalla mamma e dal papà.

Nasce un’amicizia, ma anche la curiosità della piccola di scoprire cosa si trova al di là del giardino. Ma soprattutto dove è finito il resto della famiglia? Ci si può fidare degli umani?

Un romanzo che parla di crescita, di libertà, di giovinezza e di avventure. Arietta è in piena fase di crescita, si muove in territori nuovi, prova, sbaglia e ritenta ancora.

Le descrizioni che accompagnano questa storia dolce e magica allo stesso tempo, sono mirabili, dettagliate, piccoli capolavori di mondi tra la magia e la realtà. Dopo aver letto questo libro quando vi sparirà qualche oggetto, non vi arrabbierete più sorriderete pensando ad una simpaticissima famiglia di Sgraffìgnoli che abita proprio sotto i vostri piedi.

Titolo del libro: Sotto il pavimento

Autore: Mary Norton

Illustratore: Serena Riglietti

Target: dai 10 anni

Ci piace perché: è un romanzo dolce, delicato e che tratta temi comuni ai nostri bambini

Lo consigliamo perché: è in grado di far viaggiare con la fantasia

La frase che ci ha colpito :  “Arietta attirò a sè un rocchetto, ci si sedette lentamente sopra e rimase lì ad osservare sua madre che tirava fuori il beccuccio della teiera…”

 

 

 

 

Condividi su: Facebook Whatsapp Twitter