Se siete ancora “orfane” della vostra parola dell’anno ve ne consiglio una giapponese che oltre al suo significato intrinseco ne nasconde molte altre.
La parola è – la pronuncia è WA e significa “Armonia” ma evoca molto di più. Penso che si ci impegnassimo a rendere questa parola anche un po’ nostra, nella quotidianità il 2019 potrebbe essere un gran bel anno.

Wa è tutto ciò che è moderato, sereno, calma nelle persone e nelle cose. L’autrice Laura Imai Messina, vive a Tokyo, chi meglio di lei per accompagnarci nel viaggio di scoperta di questa nazione così affascinante e così lontana da noi e perché no, anche in un viaggio in noi stessi.

Il libro, che può essere consultato, sfogliato, aperto e letto all’inizio come alla fine passando per il centro, è un viaggio attraverso 72 parole una per ogni stagione. Immagino che a questa mia affermazione abbiate strabuzzato gli occhi. Vi spiego: 72 sono le stagioni che compongono l’antico calendario giapponese, ogni 5 giorni subentra una nuova stagione. L’attenzione e l’amore per le stagioni tipica dei giapponesi ci aiuterà a valorizzare il tempo e a imparare e conoscere la natura, invita ad atteggiamenti e pensieri in cui l’armonia la fa da padrona.

La bellezza, la gioia e il senso civile si costruiscono con impegno, lavorando a lungo su noi stessi, praticando la pazienza, la cura nel fare le cose e il rispetto e l’attenzione per gli altri; l’armonia infondo è un progetto di tutti.

Per ogni stagione (primavera, estate, autunno e inverno) ci sono 17 insegnamenti, ad esempio: 楽しみ (tanoshimi) l’attesa della gioia; ごめんなさい (gomennasai) del chiedere perdono; もののあわれ (mono no aware) della fragilità della bellezza; ゆっくり (yukkuri) dell’obbligarsi alla lentezza.

Lavorando su certi nostri aspetti ci predisponiamo all’armonia. Ad esempio io per questo nuovo anno mi sto obbligando alla lentezza. Avendo abusato del tempo, perennemente con il fiatone in cui ho rubato ore di sonno pur di portare a compimento la mia promessa, la mia parola, il mio si. Ecco che mi fermo e rallento magari sfogliando questo libro davvero illuminante.